capodannomonza.com - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Monza e provincia

Ville e Castelli Capodanno a Monza

Cerca i migliori eventi con cenone in Villa o Castello per Capodanno a Monza e dintorni

Trova Ville e Castelli per trascorrere il cenone di Capodanno a Monza e provincia. Un evento originale in location storiche allestite per festeggiare la fine dell'anno.

Vedi anche:

Per avere maggiori informazioni su Ville e Castelli per Capodanno a Monza e dintorni, contattaci tramite il form qui sotto.

Monza vive all’ombra di Milano, ne ha assorbito modi di fare, di pensare e di vivere. Ma non ha voluto confondersi del tutto con la metropoli e, pur essendo praticamente un tutt’uno con essa, si è resa indipendente. Oggi Monza è un comune autonomo e ha la sua provincia. E sa organizzare i propri eventi, rendendo ogni circostanza – ad esempio il Capodanno – particolare a modo suo. Provare a vivere un Capodanno a Monza, magari alloggiando in palazzi storici, è un’esperienza da fare.

Quali sono i Castelli storici a Monza e provincia?

Monza aveva il suo castello, elegante residenza dei Visconti, ma oggi questo maniero non esiste più, infatti fu demolito a inizio XIX secolo. Castelli veri e propri, nella provincia che oggi comprende Monza e la Brianza, se ne trovano, anche in buone condizioni e con ancora l’aspetto medievale. Ma in città l’unico edificio che si può ancora chiamare castello – anche se non lo è – è Villa Reale. La grandiosa reggia austriaca, voluta da Maria Teresa d’Austria nel 1777, è imponente, ricca, possente e racconta di un passato non troppo antico ma sicuramente glorioso. Circondata da un grande giardino si fonde con il Parco di Monza.

Molto più autentici sono i castelli della provincia. A Cesano Maderno spiccano due costruzioni che, seppur restaurate, lasciano ancora intuire il loro passato da castelli: Palazzo Arese Borromeo e il Torrazzo. Molto bello castel Lampugnani Cremonese a Sulbiate, ma è il castello di Bellusco a primeggiare come autentica costruzione medievale quasi intatta. Profuma di medioevo anche il ponte fortificato di San Rocco a Vimercate, la cui struttura richiama quella di un maniero.

Quali sono le Dimore e Ville storiche a Monza e provincia?

Le ville signorili a Monza e provincia sono tantissime. Lo spirito regale di questo territorio non smette di parlare del passato anche ai nostri giorni e tra palazzi e ville di campagna c’è davvero una scelta notevole. Molte di queste residenze si sono consorziate proprio per formare un albergo diffuso pronto ad accogliere ospiti amanti degli alloggi di lusso (per fare qualche nome Villa La Lodovica, Villa Trivulzio, Villa Traversi …), altre sono solo lì per essere ammirate o vissute tramite qualche evento.

Tra le ville famose di Monza città ricordiamo: Casa-Torre Gualtieri, Casa della Luna, Palazzo delle Cariatidi, Palazzo Calloni, Villa Durini La Grassa, Villa Cattani, Villa Archinto Pennati, Villa Brugola, Villa Keller. In provincia spiccano le ville di Aicurzio, alcune risalenti al tempo dei cavalieri di Malta, quelle di Carate Brianza (villa Beldosso, villa Confalonieri), lo splendido palazzo Rasini di Cavenago, Villa Pusterla di Limbiate, Villa Borromeo a Oreno.

Perchè passare il Capodanno in ville storiche e castelli a Monza e provincia?

Far parte della storia di una città come Monza, in un momento solenne come il Capodanno, stimola sensazioni speciali e sono molti i turisti che vogliono provarle. Dato che diverse ville signorili del capoluogo si sono unite per accogliere i visitatori in veri e propri “resort di lusso”, visitare Monza e la Brianza nel periodo delle Feste sarà certamente un’idea da realizzare. Monza offre mostre d’arte, concerti dal vivo, concerti in teatro, eventi legati a cenoni e manifestazioni natalizie. La provincia invece è più legata alle tradizioni locali, con eventi minori ma altrettanto interessanti.

A Monza, oltre al Parco e alla Villa Reale, vale la pena fare il tour delle chiese. Ce ne sono tante, bellissime, uniche a volte, come il Duomo o come il Santuario della Madonna delle Grazie. Girate per la città anche alla scoperta delle antiche torri, spesso inglobate dentro palazzi o chiese. Potete ammirare anche dei bellissimi ponti sul fiume Lambro (ponte dei Leoni, ponte San Gerardino, Ponti del Parco…).

In provincia, andate alla ricerca di quegli angoli caratteristici di una Lombardia del passato che oggi non esiste quasi più. Giardini e ville signorili, ad esempio, chiesette tra i campi e così via. Sicuramente vale la pena ammirare le ville di Cesano Maderno, le chiese di Desio, i paesaggi campestri di Agrate, le splendide architetture medievali di Vimercate che proiettano indietro di secoli. Da non perdere, se passate da Giussano, una passeggiata tra i giardini locali e una visita ai tanti musei interessanti della cittadina del noto “eroe” Alberto.

CONTATTACI

Inserisci il Codice di sicurezza:
1972
back to top